ProxMox – Macchine virtuali molto performanti

Ho provato tanti programmi che permettono di creare macchine virtuali ma fino adesso il software di virtualizzazione ProxMox è stato il migliore con cui ho lavorato. Con un’unica macchina fisica potete gestire tranquillamente diverse macchine virtuali e con sistemi operativi diversi.

Ma cerchiamo di capire meglio cos’è ProxMox e sopratutto perchè potrebbe essere utile.

Che cos’è ProxMox?

ProxMox è un software su base Linux che permette di creare un server di gestione macchine virtuali. Si lo so, sembra complicato ma ora cerco di spiegarti bene.



Fai finta di avere un solo PC ma hai la necessità di avere sia Windows che Linux per motivi di lavoro. Inoltre hai la necessità di poter raggiungere quei due PC da qualsiasi posto in cui ti trovi. E inoltre devi avere la possibilità di poter fare backup e ripristini con un solo click.

Ecco, ProxMox fa tutto questo! E molto molto di più. Puoi trovare la ISO di installazione sul sito ufficiale di ProxMox. Per farti capire ancora meglio ho girato un video dove ti faccio vedere una panoramica generale di questo software:

Perchè ProxMox ti può essere utile?

ProxMox può essere utile davvero per tanti motivi.



Ad esempio ti può essere utile se non puoi fisicamente acquistare più di una macchina fisica. Oppure se vuoi fare delle prove su un sistema operativo pulito ma non vuoi intaccare il tuo PC principale. O magari puoi utilizzare ProxMox per avere un server locale per gestire un DB. Oppure potresti voler creare una macchina pulita da poter clonare quante volte vuoi in modo da poter sperimentare di tutto senza perdere tempo in nuove installazioni.

Come hai potuto intuire puoi fare davvero tantissime cose. Personalmente mi ha risolto diversi problemi.

ProxMox è facile da installare?

Effettivamente potrebbe venire spontanea questa domanda. Facendo così tante cose, potrebbe non essere così semplice configuralo se sei alle prime armi.

L’installazione di ProxMox avviene in pochi minuti, come qualsiasi altro sistema operativo. Una volta installato, potrai raggiungere l’interfaccia grafica con il pannello di amministrazione, da qualsiasi PC nella rete sfruttando un browser. Basterà che interrogherai l’indirizzo IP impostato in fase di installazione seguito dalla porta.

Per chiarezza la sintassi dovrà essere questa: https://IPIMPOSTATO:8006

Ricordati che è importantissimo che utilizzi l’https e che non ci siano spazi nell’indirizzo che immetti nel browser.

Quando ti uscirà la schermata che ti dice che il sito non è sicuro, clicca su AVANZATE e poi su PROSEGUI. Ti uscirà quell’avviso in quanto non hai creato nessun certificato di sicurezza.

Dopo aver fatto questo ti troverai davanti il pannello di amministrazione di ProxMox che ti chiederà di loggarti. Ora puoi creare quante macchine virtuali vuoi!

Ti faccio vedere nel dettaglio come si crea una macchina virtuale in questo video:

Che differenza c’è tra Macchina Virtuale (VM) e Contenitore (CT) su ProxMox?

Su ProxMox potrai creare sia macchine virtuali (VM) che contenitori (CT). Che differenza c’è?

Una macchina virtuale è un PC vero e proprio compreso di interfaccia grafica. Un contenitore invece è solo un ambiente di sviluppo, quindi senza interfaccia grafica. Potrai utilizzare solo stringhe di codice. Ovviamente quello che cambia notevolmente tra i due sono l’utilizzo di risorse sulla macchina fisica. Infatti un contenitore spenderà un decimo di risorse (a volte anche un ventesimo) rispetto ad una macchina virtuale.

Se devi solo fare delle prove di script ti consiglio caldamente un contenitore.

Come raggiungere ProxMox dall’esterno

La funzione di raggiungere un server da qualsiasi posto, è forse la funzione più comoda che si può avere. Come puoi raggiungere ProxMox dall’esterno? Innanzi tutto devi avere un IP Pubblico statico o aver impostato un DNS fisso sul router. Senza questa cosa non sarà possibile accedere al tuo server dall’esterno a meno che tu non abbia una VPN attiva che ti catapulta nella stessa rete locale del server.

Dove esserti accertato di avere un IP Statico o aver configurato un servizio DNS (ad esempio Duck DNS è gratuito e molto semplice) dovrai configurare una regola di apertura porte sul tuo router. Se non sai come si aprono le porte del router ti consiglio di vedere questo video dove lo spiego:

Una volta aperte le porte del router basterà che da qualsiasi posto in cui ti trovi, digiti questa stringa sul browser:

https://IPPUBBLICO:8006

Ed eccoti di nuovo sull’interfaccia di ProxMox. Se hai delle domande puoi farmele sotto i video su YouTube.

Che Hardware serve per ProxMox?

Questa è davvero una bella domanda. E la risposta è DIPENDE. Dipende da quante macchine tu vuoi creare e da quante prestazioni vuoi avere.

La mia configurazione del server principale dove gira ProxMox con una ventina di istanze tra Macchine virtuali e Contenitori tra cui una distro per gestire un NAS (se clicchi sui componenti puoi aprire i link di Amazon dei prodotti) è questa:

Non sei obbligato ad avere componenti così costosi ma se hai bisogno di tante prestazioni te lo consiglio.

Computer



Seguimi su:

Potrebbe interessarti anche: